“I PRODOTTI DEL NOSTRO ORTO, IN DONO ALLE FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ DEL QUARTIERE”

Antonietta Di Leva, presidente dell’Associazione Progetto Pace, racconta com’è nata l’iniziativa natalizia

“I nostri ragazzi – spiega entusiasta Antonietta Di Leva, presidente dell’Associazione Progetto Pace onlus – è vero, sono diversamente abili. Però, sono ragazzi che vivono attivamente all’interno della società e, quindi, desiderano dimostrare che anche loro sono capaci, nei momenti di difficoltà altrui, di mettersi a disposizione rispetto a un territorio che vive tante criticità. Grazie al progetto che portano avanti – continua – realizzano tante bontà, dalle marmellate alle melanzane sott’olio, tutto all’insegna di prodotti del nostro orto curato con passione. Ed è proprio chiacchierando con loro un po’ di tempo fa, riflettendo sulla nostra produzione e sulle tante famiglie del quartiere che purtroppo avranno difficoltà a mettere qualcosa a tavola durante le feste, che è nata l’idea di “Natale In Super Abile”. La Caritas di per sé già fornisce pasta, olio e altre cose di prima necessità a chi ne ha bisogno. Il nostro intento, invece, è quello di rendere il Natale un po’ più gioioso a tutti consegnando i nostri pacchi dono, contenenti produzioni dell’orto e una bottiglia di vino, a famiglie che ci sono state segnalate dai servizi sociali.


Bonus Pubblicita 600

Consapevoli, che in molte di queste famiglie ci sono bambini – conclude Antonietta Di Leva – abbiamo pensato anche ad un allestimento speciale, che per l’occasione ha trasformato la nostra sede e gli spazi esterni, in una sorta di villaggio di Babbo Natale, che non avremmo mai potuto avere se non ci fosse stato qualcuno che si prestasse a realizzarlo ovvero Andrea Giglio, lavoratore portuale con la passione per il Natale, coadiuvato da due collaboratori. Persone davvero speciali alle quali, per ricompensa, abbiamo donato prodotti del nostro orto sociale”.

Notizie simili