L’INAUGURAZIONE DEI TRENI A SOCCAVO: 9 VIAGGIATORI NEL PRIMO GIORNO DI SERVIZIO

Alla cerimonia parteciparono, tra gli altri, il papà dell’attuale Presidente della Repubblica

 

Nella stazione di Montesanto partì la celebrazione che inaugurò i treni della ferrovia che conduce a Soccavo. Alla cerimonia inaugurale parteciparono, tra gli altri, l’allora presidente della Camera Giovani Leone e Bernardo Mattarella, ministro dei trasporti e padre dell’attuale presidente della Repubblica Sergio. Alla fermata Montesanto l’amministratore della Sepsa spiegò l’andamento dei lavori per la realizzazione della Circumflegrea e quelli per l’ammodernamento della Cumana. Costo complessivo, 2 miliardi 900 milioni di lire, cifra che comprendeva gli impianti fissi e il materiale rotabile. Poi il Cardinale Castaldi impartì la benedizione al nuovo elettrotreno che avrebbe condotto, di lì a poco, i partecipanti alla cerimonia di inaugurazione, a Torregaveta, tramite la linea Cumana. Alla stazione terminale di quest’ultima, un autobus raccolse le autorità e le condusse a Soccavo, per l’inaugurazione del nuovo tronco e del fabbricato viaggiatori. Il primo giorno di effettivo servizio, avvenuto tra Soccavo e Montesanto, ci furono appena nove utenti nell’arco dell’intera giornata. Oggi con l’estensione della conurbazione urbana avvenuta tra il centro egemone di Soccavo e la Città di Napoli, i treni in doppia composizione non riescono più a soddisfare l’enorme traffico di viaggiatori.


Corso Security

 

Notizie simili