“RINGHIO STAR” E IL TRIONFO DELL’OLIMPICO

Di Bruno Marra

6 bellissima! Il Napoli all’Olimpico alza al cielo la Coppa Italia numero 6 della sua storia. La terza dell’Era De Laurentiis che ha un sapore speciale perché conquistata contro la Juventus. Quella che per il popolo napoletano è la madre di tutte le sfide. Ma che stavolta ha assunto anche un valore ancor più elevato,  esoterico, quasi karmico. Perché in un colpo solo gli azzurri sbattono il trofeo in faccia alla Signora e scrivono la nemesi storica di Maurizio Sarri, che giusto un anno fa di questi tempi aveva firmato per Casa Savoia, compiendo l’atto di gravissimo tradimento e vilipendio alla bandiera del Regno Borbonico.

Il Napoli oggi ha un nuovo Comandante, fiero e leale, senza accenni di tentennamenti né riferimenti populistici. Si chiama Gennaro, come il nostro Santo Patrono, è calabrese ma in 5 mesi è diventato più napoletano di un residente ottuagenario dei quartieri. La barba incolta, lo sguardo tenebroso e il ghigno sempre corrucciato, fanno di Gattuso il ritratto del Condottiero. Un cavaliere senza macchia e senza paura, o più semplicemente l’uomo che non deve chiedere mai del fascinoso aroma “Denim” Anni 80.

E’ suo il volto di copertina di questa meravigliosa vittoria azzurra. All’Olimpico di Roma il Napoli torna ad essere Capitale. Un trionfo dal sapore più intenso perché arrivato ai rigori, col pathos dell’imprevedibile e il batticuore delle imprese. Sarri mastica amaro l’ultimo mozzicone della serata. Depone ancora le armi dinanzi al destino, che si presenta come un boomerang spietato.

I campioni della Coppa siamo noi. E siamo bellissimi, più leggeri e forti di prima con un trofeo che ci assicura l’ingresso in Europa League e il duello della prossima Supercoppa contro la vincente dello scudetto. Ma non buttate il telecomando perchè non finisce qui. Ad agosto, dopo il prossimo mese e mezzo di campionato, c’è l’happening della Champions League. Si va a Barcellona e non solo per vedere le Ramblas, bensì per tesaurizzare il sogno dei quarti di finale. Gli Angeli azzurri contro l’Armata Blaugrana, si parte dall’1-1 del San Paolo per una sfida da cuore oltre l’ostacolo. Con il Napoli di “Ringhio Star” nessun cielo è proibito. Signore e Signori benvenuti all’Operazione San Gennaro…



Notizie simili